1. Home
  2. Docs
  3. Fatturazione Elettronica
  4. Fattura Differita

Fattura Differita

I DDT Segue Fattura o con oggetto “FATTURARE” sono destinati alla fatturazione differita.
La fatturazione viene eseguita verso i clienti intestatari dei documenti di trasporto, per una fatturazione a cliente diverso dal cliente DDT, vedere oltre.

Configurazione

Archivi > Tabelle comuni > Struttura documenti

Assegnare alla Fattura Differita un Tipo di Documento. I casi sono tipicamente due:

La Fattura Differita è stata divisa in due tipologie [TD24] e [TD25]

__________________________________________________________________________________________

[TD24] Fattura differita di cui all’art.21, comma4, lett. a)
Fattura Differita “classica” che riepiloga tutti i movimenti del mese documentati dall’emissione di un DDT o da altro documento idoneo (es. rapportini di lavoro per i servizi)
Identifica quindi la cessione di beni la cui consegna e spedizione risulta da DDT o da altro documento idoneo, nonché le prestazioni di servizi individuabili tramite idonea documentazione.
La fattura va emessa / inviata allo SdI entro il giorno 15 del mese successivo a quello di effettuazione dell’operazione.
__________________________________________________________________________________________

[TD25] Fattura differita di cui all’art.21, comma 4, terzo periodo lett. b)
Fattura differita per “triangolazioni interne” anche noto come “dropshipping”; Ossia quando la ditta “A Srl”, secondo cedente, vende alla ditta “B srl” un prodotto acquistato da “C Srl”, primo cedente, e la ditta “C srl” si occupa della consegna direttamente alla ditta “B Srl” per conto della ditta “A Srl”.
Identifica quindi la cessione di beni effettuata dal cessionario nei confronti di un soggetto terzo per il tramite del proprio cedente.
La fattura va emessa / inviata al SdI entro il mese successivo a quello della consegna / spedizione dei beni

Specifichiamo che:

Come precisato anche nella C.M. n. 288/E/1998 la fatturazione tra il primo cedente “C srl” e il suo cessionario (o secondo cedente) “A srl” seguirà le regole ordinarie: in caso di fatturazione immediata la stessa dovrà essere emessa con data documento coincidente con il giorno di effettuazione dell’operazione, ovvero nel giorno della consegna o spedizione dei beni, mentre nel caso in cui l’operatore “C srl” utilizzi la fatturazione differita, la fattura dovrà essere emessa entro il giorno 15 del mese successivo alla data di consegna che risulta dal documento di trasporto.
Nei rapporti invece tra il secondo cedente “A srl” ed il terzo, cessionario destinatario dei beni “B srl”, è consentita l’emissione della fattura entro la fine del mese successivo alla data di consegna o spedizione dei beni stessi.
Le condizioni che devono essere rispettate per potersi avvalere di tale differimento sono:

  • la cessione deve risultare da atto Scritto che può assumere anche la forma di ordine commerciale: dovrà risultare che il passaggio della merce deve avvenire dal primo cedente “C srl” al secondo cessionario “B srl” senza che la medesima sia transitata presso il secondo cedente “A srl”;
  • dal documento di trasporto, dal documento di consegna o da altro idoneo documento deve risultare che la consegna da “C srl” al secondo cessionario “B srl” viene eseguita su disposizione del secondo cedente “A srl”. Sul documento quindi devono risultare i nominativi dei tre operatori che intervengono nella triangolazione;
  • il comportamento di fatto dei contribuenti interessati deve essere conforme alla fattispecie legislativa sopraindicata.

 

Esistono diversi controlli disponibili prima di eseguire la fatturazione:

Visual Fatturazione Articoli

Dalla tabella DDT, il pulsante Articoli conduce (per i documenti selezionati, o in default per tutti i documenti da fatturare) ad una scheda di visualizzazione delle righe documento da fatturare. La scheda espone le righe da fatturare confrontandole con:

  • Ultimo prezzo di fattura
  • Prezzo di magazzino
  • Prezzo listino cliente / Prezzo da listino esterno
  • Prezzo di Listino 1
  • Prezzo di Listino 2

Il confronto avviene sui prezzi AL NETTO degli sconti.
Per ciascuna colonna si può attivare un flag “Evidenziatore” che consente di evidenziare con diverso colore le righe documento con prezzi diversi rispetto al parametro di riferimento.
Inoltre, sono evidenziati possibili errori di inserimento:
Prezzo diverso per articoli uguali venduti allo stesso cliente;
IVA articoli diversa da IVA cliente.

Il pulsante FUNZIONI consente di applicare alle righe filtrate e selezionate le modifiche ai prezzi, oppure con doppio clic su Data o Numero documento si accede allo stesso, con la possibilità di eseguire le modifiche desiderate.
VISUALFATTURAZIONEARTICOLI

Dalla versione 2.14.31 la scheda Visual Fatturazione Articoli è raggiungibile anche da Vendite>Accessori>Elenco Articoli Fatturazione DDT e vi è stata aggiunta la funzionalità di fatturazione parziale DDT sia a livello di riga che quantità.
L’operatività è molto semplice per fatturare delle righe è sufficente selezionarle e poi cliccare sul tasto fatturazione differita, se invece si vuole fatturare un parziale di quantità si fa clic sul campo QT e si digita la qtà parziale da fatturare, il programma splitterà la riga relativa nel DDT.
Vengono evidenziate in colore differente le righe già fatturate e nel campo Rif Fattura viene riportato il riferimento della fattura ma anche se il ddt è fatturato per intero o parziale.

Procedura di fatturazione differita

Esistono due opzioni per eseguire la fatturazione differita: per singolo documento (da Scheda fatture, vedi le relative istruzioni) o cumulativa ( da tabella ddt).
Dalla tabella Ddt, filtrare e selezionare i ddt da fatturare , quindi fare clic su Fatturazione Differita.
L’opzione “Anteprima fatturazione” realizza una stampa di anteprima, un brogliaccio di fatturazione, utile per un controllo su un singolo cliente (da selezionare) o su tutti.
La fatturazione permette di scegliere il modello e la conseguente numerazione, la data da assegnare alle fatture, ed infine se rinviare l’assegnazione della numerazione.
I campi di rottura indicano in base a quali fattori ddt emessi ad uno stesso cliente devono produrre fatture diverse; oltre al default (per cliente) è possibile distinguere la fatturazione per Pagamento, Banca o Agente diverso.

fatt-differita

 

Fatturazione a cliente diverso da cliente DDT
E’ possibile fare in modo che i documenti di trasporto emessi all’azienda A e all’azienda B, siano fatturati entrambi ad una delle due, o ad una diversa azienda C.
A tale scopo esiste il campo “Cliente fatturazione ddt” nell’anagrafica cliente > Informazioni, dove deve essere indicata la ragione sociale del cliente che dovrà essere intestatario delle fatture differite.

Perchè utilizzare questa funzione, piuttosto di inserire in un’unica anagrafica cliente le diverse destinazioni merce, da selezionare nei documenti di trasporto?
(p.es. le consegne effettuate da un panificio alle scuole A, B, e C , che devono essere fatturate allo stesso Comune).
La spiegazione risiede nel fatto che talvolta la gestione delle diverse destinazioni merce non risolve le necessità gestionali e informative; infatti trattandosi di una semplice riga con le sole indicazioni essenziali, non consente di sviluppare informazioni legate al cliente, come Lista di prelievo, Listini, etc. Non è infatti possibile definire Listini di vendita diversi per “Destinazione merce”, mentre utilizzando la soluzione di clienti diversi (anche solo formalmente diversi) con una sola anagrafica di fatturazione, questo diventa possibile.

Gestione volume / peso per riga
Attivando l’apposita opzione in Parametri ed opzioni > Gestione volume e peso per riga, ed indicando l’unità di misura predefinita (non è possibile gestire unità di misura diverse all’interno dello stesso documento), i report Documento di trasporto espongono il valore risultante dalla somma delle quantità (campo Peso lordo e campo Volume) inserite nell’anagrafica articoli.
Qui di seguito le immagini delle pagine di configurazione ed il risultato di utilizzo.
In caso di modifica delle quantità nel documento, il ricalcolo dei valori non è automatico. Fare clic su Aggiorna per ottenerlo.

volumepesoriga