1. Home
  2. Docs
  3. Manuali specifici
  4. Sincronizzazione tramite Dropbox

Sincronizzazione tramite Dropbox

Installazione e configurazione DropBox

Per prima cosa va creato un profilo utente sul sito DropBox (www.dropbox.com).

Successivamente vi verrà chiesto di scaricare e installare l’applicazione DropBox, che vi permetterà anche di creare la cartella di sincronizzazione. Durante l’installazione basta confermare tutte le scelte che appariranno a video. Una volta completata l’operazione però andrà modificato il percorso della cartella in questo modo:

Clic con il tasto destro del mouse sull’icona Dropbox, poi Preferences

Tasto Move, quindi va selezionato il disco C (di default la cartella Dropbox viene creata nella raccolta Documenti).

Successivamente va creata, all’interno della cartella di sincronizzazione, una sottocartella distinguibile (ad esempio C:\Dropbox\VPN). Inoltre all’interno di questa sottocartella vanno create altre sottocartelle, una per ogni postazione remota (servirà per l’importazione del venduto di ogni cassa).

A questo punto DropBox è pronto per l’utilizzo.

NB: servizi equivalenti, ad esempio Google Drive, possono essere utilizzati alla medesima maniera; l’importante è poter disporre di una cartella autosincronizzante che risieda direttamente sul pc locale.

Configurazione Server centrale

A questo punto va configurata la postazione accentratrice. L’invio dei dati di aggiornamento sfrutta la gestione della Barriera Casse, che va configurata come in figura:

DropBoxBarrieraCasse

Le casse locali vanno configurate nella solita maniera; bisogna poi aggiungere una postazione VPN, tipologia Standard, che scriva i file di aggiornamento dei PLU direttamente nella cartella di sincronizzazione (o meglio nella sottocartella assegnata ad Area51). Vanno inoltre aggiunte n righe, una per ogni postazione cassa remota, specificando la tipologia VPN COMPATIBILE, e puntando alle sottocartelle specifiche, create in precedenza (nell’esempio, la postazione MAGAZZINO).

Configurazione Casse remote

Le postazioni remote necessitano di ulteriori configurazioni, questa volta nei parametri del banco; da Archivi >Collegamenti Hardware > Configurazione Banco,  dovremo settare i seguenti parametri:

DropBoxAGGPLU

DropBoxVPNcompatibile

Operatività

Il server centrale eseguirà la maggior parte del lavoro, leggendo i dati del venduto di cassa di tutte le postazioni remote semplicemente premendo il tasto Importa Venduto Barriera casse da Manager Cassa. Inoltre sempre da Manager Cassa, come nel caso dell’impostazione Server Cassa/Client TCP, tramite l’Aggiornamento PLU Casse/Barriera Casse, vengono inviati alla cartella di sincronizzazione (e quindi in breve tempo a tutte le postazioni remote) i dati aggiornati di Articoli, Codici, Listini, etc.

Le postazioni remote invece, in fase di apertura della Gestione Banco, oltre a verificare se vi siano dei dati aggiornati provenienti dalla sede, grazie alla funzione VPN COMPATIBILE scrivono in tempo reale i dati di vendita nella cartella di sincronizzazione, dati che in questo modo in poco tempo risultano disponibili per l’accentratore.