1. Home
  2. Docs
  3. Manuali specifici
  4. Gestioni prodotti per celiaci

Gestioni prodotti per celiaci

La procedura Celiaci va attivata nell’apposita sezione degli ADD-ON in Parametri ed Opzioni di Gestione. Per utilizzarla contattare i nostri uffici commerciali.

Il buono spesa emesso dall’ASL per il cliente affetto dalla patologia è identificato da un numero (un codice EAN128 o un alfanumerico), un valore (variabile a seconda delle ASL e delle zone) ed una durata. Queste informazioni saranno richieste in fase di inserimento del buono nella gestione vendite.
Il buono potrà essere caricato nell’anagrafica del cliente come una sorta di importo prepagato, e potrà essere detratto dall’acquisto di prodotti identificati come “mutuabili”.

Impostazioni

Le ASL emettitrici dei Buoni dovranno essere codificate come clienti, dal momento che ad esse saranno intestate le fatture documentanti i buoni ricevuti. Indicate la tipologia “ASL” per

un corretto funzionamento della procedura.

ASLASL 2

Prodotti

Impostate il TIPO ARTICOLO “MUTUABILE B/CEL ” come indicato nell’esempio, per tutti i prodotti che rientrano nel prontuario.

TIPO ARTICOLO

In Gestione Banco, esponete la funzione Gestione Buoni Celiaci (415) e posizionatela dove desiderato, come nell’esempio.

BUONICELIACI

Per prima cosa richiamate il cliente dall’elenco, quindi fate clic sul pulsante funzione. Vi verrà richiesto l’inserimento dei dati necessari per la completa identificazione del Buono:

Codice Fiscale (che può essere inserito tramite lettore barcode richiamandolo dalla tessera sanitaria), Importo del buono, Validità, ASL di competenza. Questi elementi saranno poi riepilogati sul titolo di vendita e infine nella fattura.

codice barre buono celiachia

CreazioneBuonoCeliaco

Nell’esempio, il cliente ha consegnato un buono del valore di € 30,00 ed ha effettuato una spesa per un importo inferiore; il residuo sarà riproposto al successivo acquisto. Si noti inoltre che tutti gli articoli mutuabili espongono la dicitura B/CELIACI nella riga di vendita.

celiaci-banco2

Al termine fare clic sul pulsante CASSA per chiudere la transazione.
Se l’acquisto supera l’importo del buono totale (o dell’eventuale residuo proveniente da una vendita precedente), sarà emesso scontrino fiscale per la differenza.

celiaci-banco-eccedenza

Fatturazione Buoni

L’associazione degli articoli venduti al relativo buono speso dal cliente si effettua tramite la relativa funzione all’interno della sezione REGISTRO MOVIMENTAZIONE (situato nella scheda Store). Qui vanno selezionati tutti i movimenti tramite il pulsante Seleziona e da Funzioni scegliere Associa corrispettivi non associati. A questo punto la fatturazione mensile dei buoni ritirati è automatica, andando in Fatture e richiamando la singola ASL di competenza come Destinatario Fattura; da Funzioni > Fatturazione da > Buoni Celiaci, saranno indicati tutti i Buoni da fatturare, in quanto associati all’ASL selezionata e con valore Zero.

celiachia import fattura
Esempio di fatturaceliaci-fatturastampa

L’esportazione dei dati avviene anche in formato TXT, secondo le specifiche delle Regioni coperte dal servizio:

celiachia esportazioneflussoASL

Compilare il codice GLN secondo le indicazioni dell’ASL: corrisponde ad un codice di lunghezza 13 cifre, formato da NEG+codiceASL+progressivo Punto vendita.

celiachia codicinegozio

Vengono generati due file, uno per la testata e uno per il dettaglio righe (TNEG e DNEG).

La generazione della Fattura in formato XML richiede la configurazione del servizio in Area_EXTENDED (vedi le istruzioni dedicate, di facile lettura e comprensione).

celiachia esportazione FatturaPA

Storia del cliente

E’ possibile, sfruttando i dati messi a disposizione da Area51, risalire ad una ‘cronologia’  dei buoni e delle spese effettuate da un cliente specifico.

Entrando sia da Store> Buoni Reso/ Sconto/ Prepagate che dalla Scheda Banco > Cerca >Buoni Reso/ Sconto/ Prepagate,   si accede ad una schermata nella quale sono visibili tutti i Buoni emessi. Ad ogni riga viene associato un Buono emesso con la possibilità di verificare  i seguenti dati:

  • Data: Viene indicata la data di creazione del Buono.
  • Codice Cliente e Ragione Sociale.
  • Tipologia: indica se esso è un Buono, un reso ecc.
  • Codice Buono.
  • Saldo : valore attuale del Buono.
  • Valore: Originariamente di quanto era il buono emesso.
  • Note: Di norma viene visualizzato il Codice Fiscale.
  • Data Spesa: indica l’ultima volta che il cliente ha sfruttato il Buono. Quando il Saldo è uguale a zero, in questa colonna appare la data di ultimo utilizzo di esso.

InfoBuoniReso

Facendo doppio clic sul campo Tipologia o sul campo Saldo, vi apparirà una finestra nella quale vengono visualizzzate le Movimentazioni finanziarie relative al Buono in esame.

MovimentazionebUONO

Da Vendite> Clienti >Doppio clic sulla riga del cliente a cui si è interessati > Funzioni è possibile visualizzare con:

  • Documenti cliente: Tutti i documenti ( corripsettivi, DDT, Fatture) associati al cliente.Facendo doppio clic su una riga, si apre una schermata con  visualizzati tutti gli articoli presenti in quel documento.
  • Movimenti magazzino cliente: Vengono elencati gli articoli di  Magazzino  che hanno subito una movimentazione e che sono legati al cliente considerato