1. Documentazioni
  2. Magazzino
  3. Causali di magazzino

Causali di magazzino

Le causali di magazzino sono utilizzate nella generazione delle movimentazioni di magazzino. Vi si può accedere da ARCHIVI > Tabelle Comuni> Causali Magazzino.

Sono divise in 4 macro categorie legate alla tipologia del movimento che viene generato, in somma o sottrazione della giacenza.

  • ACQUISTO: carico di merce derivante dall’acquisto di merce. I movimenti vengono abitualmente generati dalla registrazione dei documenti di ricevimento merce;
  • VENDITA: scarico di merce a seguito di vendita. La movimentazione si genera con la registrazione di documenti di vendita (DDT e Fatture) e dalla vendita a banco (corrispettivi);
  • CARICO: carico di merce improprio, quindi non derivante da un vero e proprio acquisto di merce. Un esempio classico può essere il Reso da cliente.
  • SCARICO: scarico di magazzino non derivante da vendita, ad esempio autoconsumo, reso a fornitore, merce scaduta, etc.

CausaliMag01

CREAZIONE DI UNA CAUSALE

Cliccare sul pulsante NUOVO e settare i seguenti parametri obbligatori:

  • ID: Valore numerico;
  • Codice: inserire una sigla alfanumerica di 3 caratteri univoca;
  • Descrizione: descrizione parlante della causale;
  • Movimentazione: secondo la classificazione sopra riportata (acquisti/vendite/carico/scarico), oppure Escludi (non viene generata nessuna movimentazione) o Archiviati (i movimenti generati risultato archiviati – non conteggiati al fine del calcolo della giacenza);
    questo campo implica la creazione o meno di un movimento di magazzino e il suo effetto sulla giacenza.
  • Gruppo: attribuire un gruppo tra le opzioni disponibili. L’impostazione è simile a quella precedente, ma non è un doppione: questo campo viene infatti assunto dai report che visualizzano Acquisti / Vendite / Sell-out, e può a scelta dell’utente differire rispetto al precedente.
    P.es.: un reso da cliente può essere impostato nel Gruppo VENDITE: essendo la sua movimentazione di carico, andrà nei totali delle vendite a diminuire il valore del venduto.
  • Sezione Opzioni:
    • Livello PWD: permette di consentire l’utilizzo di determinate causali di vendita ai soli utenti abilitati, secondo il livello indicato nella gestione degli operatori.
    • Trasferimenti: se attivato indica che la causale in questione genera un movimento derivante da un trasferimento di merce. Necessario in fase di report statistici.
    • Correzioni: se attivato indica che i movimenti generati con questa causale derivano da correzioni inventariali.
  • Sezione Banco: opzioni inerenti la Gestione della vendita al Banco.
    • Causale banco: mettere la spunta se si desidera rendere la causale disponibile in Gestione Banco;
    • REP13: scarica la merce ma non stampa lo scontrino di vendita. Abitualmente esiste una sola causale con questa opzione attivata (SCARICO DIRETTO);
    • Stampa scontrino: se non attivato la singola riga di vendita non viene stampata nello scontrino fiscale.
  • Valorizzazione: definisce come valorizzare (abbuono, addebito, omaggio) i movimenti in fase di generazione della vendita al Banco. Le opzioni possibili sono Addebito (abbinato a normale corrispettivo di vendita, la riga è valorizzata a valore normale), Abbuono (la merce è valorizzata a zero), Accredito (abbinato a Reso da Cliente, valorizzazione normale ma per quantità inversa), Omaggio (la merce è valorizzata a zero), Omaggio+Scarico Punti (abbinata a scarico per premi fidelity, la merce è valorizzata a zero ed inoltre avviene lo scarico punti al cliente), Omaggio+Esc/Costo (la merce è valorizzata a zero tanto per il prezzo di vendita, quanto per il costo di acquisto del venduto).
Ti è stato utile questo articolo? No